Informatica e Archeologia Medievale. L’esperienza senese

inf_arch_med

L’esperienza dell’Area di Archeologia Medievale senese ha svolto, negli ultimi quindici anni, una massiccia (e spesso più o meno inconscia) opera di alfabetizzazione della comunità scientifica relativamente alle possibilità offerte dalle applicazioni tecnologiche nella pratica della nostra disciplina.

L’importante utilizzo del mezzo informatico che traspare da tutti i nostri lavori presentati nelle più disparate sedi, le numerosissime visite ai nostri laboratori informatici, l’entusiasmo mostrato in tutte le occasioni dai ricercatori senesi relativamente all’uso della tecnologia, l’apertura a molteplici collaborazioni per il trasferimento di know-how tecnologico dai nostri laboratori a progetti esterni, la formazione degli studenti attraverso la precoce attivazione di corsi di informatica applicata all’archeologia, sono tutti aspetti che, nel loro piccolo, hanno sicuramente contribuito a incrementare la fiduucia e la confidenza della comunità scientifica verso questi strumenti; speriamo che ciò possa continuare ad avvenire in futuro, portando a una più generalizzata accettazione e a un uso avanzato e consapevole della tecnologia, rendendo possibile un decisivo avanzamento delle metodologie in questo campo. Sotto questa luce va intesa anche la decisione di mettere in cantiere il presente volume.

Informatica e Archeologia Medievale. L’esperienza senese
Volume a cura di Vittorio Fronza, Alessandra Nardini, Marco Valenti
Firenze 2009

Edizioni ALL’INSEGNA DEL GIGLIO in Firenze
SAMI – Metodi e temi dell’Archeologia Medievale/2

maggiori informazioni

Share Button

Lascia un commento