Sull’antichità del cancro: il contributo della paleopatologia allo studio dei tumori antichi

Il 4 dicembre dalle ore 15.30 su Youtube e sulla pagina Facebook di Paleopatologia verranno presentati i risultati raggiunti nell’ambito del Progetto di Ricerca di Ateneo 2018-2019 che riguarda lo studio dei tumori in paleopatologia.

La prof. Valentina Giuffra, Principal Investigator, insieme ai colleghi prof. Antonio Giuseppe Naccarato, prof. Riccardo Lencioni, prof. Silvio Chericoni e prof. Maura Castagna, e ai collaboratori della Divisione di Paleopatologia illustreranno con una serie di presentazioni gli importanti risultati raggiunti, grazie al finanziamento dell’Ateneo, in un settore di grande interesse non solo per lo studio delle malattie del passato, ma anche per la moderna oncologia. Al termine del convegno telematico sarà dato spazio alle domande del pubblico.

Segui su YouTube o sulla pagina https://www.facebook.com/Paleopatologia/

Programma

15.30
Saluti e presentazione

15.45
Lettura magistrale di Gino Fornaciari
Il cancro alla corte Aragonese di Napoli (secoli XV-XVI)

16.15
Antonio Fornaciari, Raffaele Gaeta, Silvio Chericoni e Maura Castagna
L’adenocarcinoma di Luigi Carafa, principe di Stigliano (1511–76) e la terapia del cancro nel Rinascimento

16.30
Giulia Riccomi
Il mieloma multiplo in paleopatologia

16.45
Simona Minozzi
Patologie neoplastiche nell’antica Roma: alcuni casi di tumore in resti scheletrici di Età Imperiale

17.00
Antonio Giuseppe Naccarato
Evidenza di tracce molecolari di un betaretrovirus correlato al carcinoma mammario in resti umani fin dall’età del rame

17.15
Valentina Giuffra e Riccardo Lencioni
Tumori ossei benigni da Pava (Siena, X-XII secolo): osteomi multipli e osteoblastoma

17.30
Discussione

Info e Contatti:
Valentina Giuffravalentina.giuffra@unipi.it
 
Scarica il programma
Share Button

Lascia un commento