PECCIOLI E LA VALDERA DAL MEDIOEVO ALL’OTTOCENTO

ishot-11

I paesaggi della Valdera non celano solo le tombe, i santuari, le fattorie etrusche e romane che hanno alimentato la ricerca archeologica dal Settecento ai nostri giorni, con i risultati che è oggi possibile apprezzare sia nei musei del territorio, che in una ricca serie di pubblicazioni.

Da quasi trenta anni, infatti, lo scavo rivela anche la trasformazione dei paesaggi e degli insediamenti, e le tracce delle attività produttive, che hanno segnato la vita del territorio in età medievale e moderna, sedimentandosi nelle forme che ancora connotano gran parte del territorio e dei centri storici.

La Giornata di Studio organizzata a Peccioli si propone di consentire – a vari livelli – la diffusione dei risultati conseguiti negli ultimi anni, anche grazie al moltiplicarsi dell’attività di tutela e di ricerca, e di confrontarli con le esperienze delle aree urbane di Pisa e Volterra, e dell’area che va dal Valdarno alla Valle del Cecina.

Alla rassegna dei dati di scavo nel territorio, presentati in modo da far risaltare le trasformazioni del paesaggio, seguirà dunque l’analisi dei ‘casi’ di Pisa e Volterra, per giungere infine ad una sequenza di contesti della Valdera, che permettono di affrontare i temi della circolazione monetaria, delle tecniche costruttive, delle attività produttive e della loro relazione con gli assetti sociali, integrandosi in specifiche ricerche sul territorio di Peccioli.

PECCIOLI E LA VALDERA DAL MEDIOEVO ALL’OTTOCENTO
ITINERARI ARCHEOLOGICI FRA PISA E VOLTERRA

Sabato 18 aprile, ore 10.00
Centro Polivalente
Via del Carmine, Peccioli (Pi)

scarica il programma

Share Button

Lascia un commento