NUOVA COLLANA EDITORIALE DI EDIPUGLIA: THEMATA

Prende avvio, con il primo volume, la nuova collana “”, diretta dal prof. Paul Arthur (Università del Salento) e sostenuta da un eminente comitato scientifico internazionale. “” è un nuovo e ambizioso progetto editoriale della Casa Editrice Edipuglia, che intende così ampliare i suoi interessi scientifici verso un settore di studi, quello degli studi Bizantini, che negli ultimi anni ha avuto interessanti evoluzioni e che sempre più crediamo diventerà fulcro degli studi post-classici.

Il titolo della collana “” è un gioco di parole, con il quale possono allo stesso tempo identificarsi i themata, i temi della ricerca, e i themata (θεματα) bizantini, le antiche suddivisioni

civiche e militari territoriali, stabilitesi nel corso del VII secolo. Il sottotitolo “The Byzantine West / Bisanzio in Occidente” intende precisare l’ambito geografico di riferimento e allo stesso tempo stimolare una ricerca ancora silente sui territori occidentali dell’Impero in queste fasi. Il bel logo della nuova collana, invece, prende ispirazione da uno stampo da pane, usato in occasione delle celebrazioni di Pasqua, rinvenuto nel corso degli scavi nel Monastero Greco di Santa Maria di Cerrate, a nord di Lecce, e databile tra XI e XII secolo.

La collana ospiterà monografie e atti di convegni internazionali, dedicati agli studi Bizantini, in chiave interdisciplinare e transdisciplinare. In tal senso, è pronta a accogliere anche studi paleoambientali, climatologici e che applichino nuove tecnologie per la ricostruzione dei paesaggi bizantini (idrologia, paleogenetica, studi molecolari, Lidar, intelligenza artificiale, etc.).

Ad aprire la nuova collana è il volume “From polis to madina. La trasformazione delle città siciliane tra Tardoantico e Alto Medioevo”, edito a cura di Lucia Arcifa e della compianta Mariarita Sgarlata, prematuramente scomparsa e alla cui memoria il volume è dedicato. La Casa Editrice Edipuglia e i comitati scientifico e editoriale si augurano che tanto il primo volume quanto la nuova collana siano accolti con favore dalla comunità scientifica e che Themata ospiti studi di alto livello scientifico, che aiutino ad aprire prospettive di studio originali e a sviluppare il filone di studi Bizantini.

___
Direttore: Paul Arthur (Università del Salento)

Comitato Scientifico: Paul Arthur (Università del Salento); Salvatore Cosentino (Università di Bologna); John Haldon (Princeton University); Michael Decker (University of South Florida); Cécile Morrisson (Directeur de recherches émérite au CNRS); Philipp Niewöhner, (Georg-August-Universität Göttingen); Natalia Poulou (Aristotle University of Thessaloniki); Enrico Zanini (Università degli Studi di Siena)

Comitato editoriale: Paul Arthur, Brunella Bruno, Manuela De Giorgi, Marco Leo Imperiale (Università del Salento) ___

Il primo volume è disponibile su: https://edipuglia.it/catalogo/from-polis-to-madina/

INDICE

Paul Arthur – The reasoning behind Themata

Lucia Arcifa – Mariarita Sgarlata – Introduzione

Rosa Lanteri – Siracusa: il quartiere di Akradina fra tardo antico e alto medioevo

Lorenzo Guzzardi – Serena Rafiotta – Annalisa Rivoli – Siracusa: le aree del Foro Siracusano di Piazza Minerva fra la tarda antichità e l’alto medioevo

Giuseppe Cacciaguerra – Siracusa nel contesto socio-economico del Mediterraneo tardoantico e altomedievale: le ceramiche bizantinee islamiche dei contesti di Piazza Minerva e del Foro Siracusano

Rosalba Amato – Concetta Ciurcina – Angela Maria Manenti – I dati di età bizantina ed altomedievale da ricerche di archeologia urbana in Ortigia (Siracusa)

Grazia Maria Branciforti – Continuità e trasformazioni di Catina romana tra il tardo antico e l’alto medioevo

Agata Taormina – Dalle necropoli di Catania nuove testimonianze archeologiche tra età romana ed alto medioevo: continuità e innovazione

Francesco Muscolino – Da Tauromenion a Tabarmin. Continuità e trasformazione del sistema urbano e del territorio

Salvina Fiorilla – Note su Messina altomedievale alla luce dei dati documentari e delle testimonianze archeologiche

Rosina Leone – Brevi note sulle fasi più recenti dell’impianto murario di Tindari

Enrico Giannitrapani – Rossella Nicoletti – Francesca Valbruzzi – Nuovi dati provenienti dalle indagini archeologiche presso la Rocca di Cerere a Enna: crisi e trasformazione delle strutture urbane in età tardoantica e altomedievale

Carmela Bonnanno – Lorenzo Guzzardi – Emanuele Canzonieri – Da Henna a Qasryannah: i dati di scavo nell’area del castello di Lombardia

Salvina Fiorilla – Vittorio G. Rizzone – Anna Maria Sammito – Ragusa, Modica, Scicli: tre città sorte ad avamposto di difesa della costa sud-orientale

Clorinda Arezzo – Saverio Scerra – Ragusa: ipotesi ricostruttiva del tracciato delle fortificazioni dell’antica Ibla in relazione alla topografia del contesto urbano tra tardo antico ed alto medioevo

Salvina Fiorilla – Salvatore Gueli – Butera, una città nata dal kastron

Stefano Vassallo – Il Kassar di Castronovo di Sicilia: fortezza o città mai nata?

Fabiola Ardizzone – Trasformazione dello spazio pubblico ad Agrigento: la Valle dei Templi tra tardoantico e alto medioevo

Giuseppina Cipriano – Agrigento, area della necropoli paleocristiana nella Valle dei Templi. Nuovi dati sulla trasformazione dello spazio e delle strutture fra la tarda antichità e il Medioevo

Valentina Cammineci – Sepolture tardo antiche e bizantine nell’Emporion di Agrigento

Rossella Giglio – Da Lilibeo a Marsala: note sulle trasformazioni dello spazio urbano

Alessandra Bagnera – Lo sviluppo urbano di Palermo in età islamica: nuovi punti di osservazione

Annliese Nef – Croissance urbaine et modalités d’habitat dans la Palerme islamique : retour sur les acteurs et les facteurs

Francesca Spatafora – Emanuele Canzonieri – Nadia Cavallaro – Palermo tra tarda antichità ed età normanna: nuovi dati di topografia urbana

Franco D’Angelo – Elena Pezzini – La gestione delle acque a Palermo in età medievale

Share Button

Lascia un commento