Scoperto un tesoro di 600 kg di monete del IV secolo

Pesano tra gli otto e i dieci grammi, se ne contano decine di migliaia ed erano contenute in 19 anfore. Fatte di bronzo, sono coperte di terra, polvere e storia. Delle opere di canalizzazione nel comune di Tomares, in Spagna, hanno portato alla luce 600 chilogrammi di monete romane coniate dal II al IV secolo d.C. «Si tratta di una scoperta che possiamo già qualificare di enorme importanza. È un ritrovamento unico con pochissimi casi analoghi. Certamente, nella storia dell’impero romano e del basso impero romano in Spagna, non conosciamo…

Share Button
Read More

Sulle strade della Padova medievale con APPadova per iPad e iPhone

APPadova è l’applicazione per bambini, turisti e per tutti i padovani che guida alla scoperta della Padova medievale e contemporanea, con una grafica cartoon e tanti contenuti di qualità. Gratis per iPhone e iPad. Un misterioso viaggiatore accompagna gli utenti sulle strade della Padova medievale e di quella moderna, alla scoperta delle leggende e delle storie che la città, i suoi palazzi e le sue vie hanno da raccontare ai suoi visitatori. Questa è l’esperienza che offre APPadova, un’app per iPad e iPhone pensata per i bambini, per i turisti,…

Share Button
Read More

XXVI Rassegna Internazionale del Cinema Archeologico, Rovereto

E’ in programma dal 6 al 10 ottobre 2015 la XXVI edizione della Rassegna Internazionale del Cinema Archeologico di Rovereto (TN). Le proiezioni si svolgeranno all’Auditorium del Polo Culturale e Museale “F. Melotti”, alla Sala conferenze del Museo MART, all’ Aula Magna del Palazzo dell’Istruzione, alla Sala Convegni “Fortunato Zeni” della Fondazione Museo Civico di Rovereto. Tanti i film italiani in concorso per la XII edizione del Premio “Paolo Orsi”: “Alla Scoperta di Verona Sotterranea. Il Sito Archeologico di Corte Sgarzerie” di Davide Borra, “Arti e Mestieri, Uomini al Lavoro a Pompei” di…

Share Button
Read More

Archeosharing: le storie di tutti

Archeosharing: le storie di tutti Una rete di partership tra archeologi per creare best practices di intagrazione, valorizzando il background culturale tra residenti italiani e stranieri   Il progetto I Beni Culturali di un Paese, interpretati e narrati, sono possibili strumenti di inclusione sociale. Si intende favorire la conoscenza e lo scambio tra i cittadini (residenti italiani e stranieri), per istituire processi di accoglienza e integrazione sociale valorizzando il background culturale di ciascuno e aiutando la definizione armonica di nuove identità, attraverso il racconto e la comunicazione partecipata della storia…

Share Button
Read More

Reykjavík, rinvenuta una delle più grandi longhouse vichinghe in Islanda

Gli archeologi che lavorano in un ex parcheggio di via Lækjargata nel centro di Reykjavík hanno scoperto quelle che credono essere le rovine della residenza di un capo vichingo. La scoperta ha modificato radicalmente la visione che abbiamo della Reykjavík vichinga. La scoperta è stata una sorpresa quando gli archeologi hanno iniziato a scavare il sito non si aspettavano di trovare un’abitazione di epoca vichinga. Lisbet Guðmundsdóttir, una archeologa presso l’Istituto di Archeologia, che sta lavorando al sito, dichiara al giornale locale Morgunblaðið che la squadra non si aspettava di trovare qualcosa di più antico di una fattoria…

Share Button
Read More

Come diventare un abitante di un villaggio di IX sec

Diventare un abitante del villaggio di IX secolo è oramai fattibile. Un originale crowdfunding messo in rete dai gestori dell’archeodromo di Poggibonsi.  A chi si iscriverà verrà attribuito un nome in voga tra IX-X secolo e la cittadinanza onoraria del villaggio. Si tratta di un’iniziativa che con pochi euro di iscrizione annua garantirà la copertura delle spese vive e di manutenzione delle strutture. Costituisce inoltre un sistema che, in caso di successo, permetterà anche di continuare a non far pagare un biglietto di accesso. ArcheologiaMedievale.it invita tutti gli iscritti a sostenere l’iniziativa,…

Share Button
Read More

La chiesa altomedievale di San Colombiano di Bobbio. Gli scavi nel dettaglio.

Ricche decorazioni, affreschi, inserti in foglia d’oro: l’antica chiesa medievale dell’Abbazia di San Colombano a Bobbio (Piacenza) è emersa in tutto il suo “splendore” artistico e storico: a conclusione della prima campagna di scavo, si confermano con importanti sviluppi i primi notevoli risultati già conseguiti nelle scorse settimane. La chiesa medievale, di cui si era scoperta la base del muro di facciata con l’ampia soglia relativa al portale di accesso, si mostra al suo interno. L’indagine ha infatti messo in luce l’ingresso, con un’ampia piattaforma a ridosso della soglia, un tempo…

Share Button
Read More

MEMOLA: un proyecto patrimonial con base digital

El lunes, 16 de marzo a las 11:00 horas, la Comunidad sobre Historia Digital celebrará el seminario MEMOLA: un proyecto patrimonial con base digital. La sesión tendrá lugar en la Facultad de Filosofía y Letras, Sala Decano José Palanco, y será llevada a cabo por los ponentes: Prof. Jose Mª Martín Civantos, Lara Delgado Anés y Maurizio Toscano. 11:00 – 11:20 | José Mª Martín Civantos, profesor del Dpto. Historia Medieval de la UGR y coordinador del MEMOLA, hará una introducción al proyecto. 11:25-11:45 | Maurizio Toscano, responsable del área de tecnología del MEMOLA, hablará acerca de la plataforma digital de la iniciativa. 11:50…

Share Button
Read More

Progetto Anaxum – Dallo Stella oltre 700 reperti e una nave medioevale

Oltre 700 reperti di epoca romana, tra cui una bilancia per beni preziosi, ma anche tegole, anfore, oggetti in ceramica e in vetro: è il risultato degli scavi 2014 del Progetto Anaxum dell’Università di Udine, coordinati da Massimo Capulli, archeologo e docente di Metodologia della ricerca archeologica all’ateneo friulano, unico esempio in Italia di laboratorio “didattico” in un fiume. Alle operazioni sullo Stella, in territorio di Palazzolo (dove è stata trovata un’imbarcazione di epoca romana) partecipano infatti anche gli studenti dell’ateneo friulano, futuri “professionisti” del settore. La quarta campagna di…

Share Button
Read More

MAJOR VIKING HALL IDENTIFIED IN SWEDEN

A Viking feasting hall measuring almost 50 metres in length has been identified near Vadstena in Sweden. Archaeologists from Stockholm University and Umeå University used ground-penetrating radar, a non-invasive geophysical method, to locate and map the house foundation.  The Aska barrow, where the hall has been found, was long seen as a burial mound. But archaeologists have now revealed that it is a foundation platform for a large building, most likely dating from the Viking Period. The hall was probably the home of a royal family whose rich graves have…

Share Button
Read More