IV Incontro per l’Archeologia barbarica

Gli Incontri per l’Archeologia barbarica si tengono annualmente presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano o presso significativi complessi archeologici e museali.

Vogliono offrire uno spazio di informazione e di confronto su temi, dati e metodi inerenti le tracce materiali lasciate dalla presenza barbarica in Italia, tra le varie componenti del popolamento e nell’ambito dei complessi processi di trasformazione che interessarono la penisola fra tarda antichità e alto medioevo.

Pongono in dialogano specialisti provenienti da differenti enti di tutela e istituti di ricerca italiani; aggiungono quadri di sintesi e presentazioni inedite di studiosi stranieri circa la ricerca d’Oltralpe.

Si avvalgono della consulenza o della curatela dei membri del comitato scientifico.

I LONGOBARDI A NORD DI MILANO. CENTRI DI POTERE TRA ADDA E TICINO

Cairate (Varese), Auditorium – ex chiesa dei SS. Ambrogio e Martino, 21 settembre 2019

A cura di Gian Pietro Brogiolo e P. Marina De Marchi

Nel territorio dell’antica capitale dell’impero d’Occidente, lungo percorsi di connessione tra la pianura e i principali valichi alpini, numerose sono le attestazioni di centri di potere, di proprietà fiscali, di grandi monasteri e di potentes longobardi e franchi. 

Sulla base di nuovi dati e interpretazioni e attraverso il confronto con altri contesti italiani la giornata propone una riflessione sulle strutture del potere altomedioevali nel territorio milanese, un’area campione emblematica per la comprensione delle dinamiche insediative e di controllo nel regno longobardo.

Seguiranno, il 22 settembre, visite guidate al complesso archeologico di Cairate (Varese), monastero di S. Maria Assunta, e a sito di Torba (Varese).

Scarica il programma in PDF

Share Button

Lascia un commento