La storia nel paesaggio e nel patrimonio culturale

Storia, paesaggio, patrimonio culturale: intorno a questi temi, veri e propri campi del sapere profondamente interconnessi, ruota la giornata di studio e discussione, organizzata dal Liceo Classico, Linguistico e delle Scienze Umane “F. De Sanctis” di Trani in collaborazione con il Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università degli Studi di Foggia. Temi quanto mai coinvolgenti per chi ha voglia di  approfondire le implicazioni didattiche che offrono non solo agli specialisti del settore, ma a tutti noi cittadini.

Paesaggio e patrimonio culturale costituiscono, infatti, un formidabile archivio della conoscenza e della memoria e rappresentano il nostro stesso contesto di vita. La sfida che si offre a noi oggi, quindi, è proprio quella di rendere il paesaggio ed il patrimonio culturale sempre più protagonisti della didattica della storia, cogliendo anche le opportunità offerte dalle digital humanities. Interverranno  con le loro riflessioni i professori Giuliano Volpe, Antonio Brusa, Angela Barbanente, Giuliano De Felice e Nicola Barbuti, degli atenei di Foggia e Bari, accanto al segretario generale della Scuola a Rete DiCultHer, Carmine Marinucci. Contribuiranno al dibattito dirigenti e funzionari del Ministero dei Beni Culturali e dell’Ufficio Scolastico Regionale, docenti di alcune scuole del territorio e professionisti impegnati, con diverse competenze, in questo vasto settore.

La giornata, che rientra nella “Festa internazionale della storia” ed è patrocinata dal Centro Internazionale di Didattica della Storia e del Patrimonio (DiPaSt) dell’Università di Bologna e dalla Rete DiCultHer,  si svolgerà a  Trani presso il Polo Museale –Palazzo Lodispoto il 23 ottobre 2017 dalle 9.00-13.00 e dalle 15.00-18.00.

Nel corso della giornata sarà presentata l’app CastleTrAPP, una storia animata, multimediale e interattiva sul Castello Svevo di Trani, realizzata dalla classe IV B del Classico nell’ambito del progetto di Alternanza Scuola Lavoro Heritellers.

Scarica il programma in formato PDF

Share Button

Lascia un commento